domenica 31 agosto 2014

INVOLTINI DI ZUCCHINE CON MOZZARELLA






Ieri è stato per noi l'ultimo giorno ufficiale di ferie e ce lo siamo proprio goduto!
Mi ha svegliato Gandhi verso le 7:00 orario della sua uscitina mattutina, è un gatto ma sta prendendo molto velocemente tutte le abitudini e pregi dei cani, affettuoso, sempre desideroso di coccole e, appunto, l'uscita in terrazza al mattino! Non so cosa fa li fuori forse ha solo voglia di respirare un po' di aria fresca, io intanto mi ributto ogni mattina nel mio lettone continuando un sogno appena iniziato o iniziandone uno nuovo. Ci siamo alzati verso le 9:00 sempre molto presto direi per essere una domenica, ma il mio fisico sentiva la voglia di godersi al meglio questa giornata, saziandosi di ogni attimo.
Dopo aver fatto la nostra abbondante colazione, che di solito sostituisce il pranzo domenicale, ognuno di noi è andato nelle proprie stanze, ahahahaha.
Io al computer tra una lavatrice e l'altra, Massy a sistemarsi tutto ciò che gli sarebbe servito stamani, rallentando ogni suo movimento al pensiero di dover ricominciare il tour che sa già lo scuoterà come una doccia fredda marmata!!!
Così si è svolta la nostra rilassante domenica, una pennichella verso le 18:00 una domanda improvvisata "Usciamo?" ma, ogni volta, nessuno di noi sembrava averne il desiderio, restando incollati saldamente a tanta pace e armonia tra le nostre 4 mura.
Sfogliando la rivista "Jamie Magazine" ho trovato questa ricettina per un aperitivino leggero: involtini di zucchine con mozzarella.
Questa rivista è stupenda, la sfogli e ti vien subito voglia di cucinare qualcosa, ogni piatto è un quadro e spesso la forza di Jamie è fare ricette facili e veloci. Così….mi son messa in cucina ed ho preparato il nostro aperitivo trasformandosi poi nella nostra effettiva cena.
Ingredienti: 
2 zucchine 
1 mozzarella
il succo di 1 limone
2 cucchiai di olio di oliva
1 spicchio d'aglio tritato
1 peperoncino rosso tritato
una manciata di foglie di menta
1/2 cucchiaino di sale


Procedimento:
Con un pelapatate affettate sottilmente le zucchine per lungo e disponetele in un piatto. Cospargetele con succo di limone, metà quantità di olio, peperoncino,  sale e aglio.Fate riposare per 10 minuti.
Tagliate la mozzarella a dadini e mettetene un pezzetto con una foglia di menta alla base di ogni fetta di zucchina arrotolandola successivamente su se stessa.
Condite con l'olio rimasto e servite.
Bon appètit!



LA POMAROLA …. #ORTOMIO #CONSERVARE #L'ESTATE




Le ferie son decisamente finite…per me, ma lo sono da lunedì scorso, quando tornando a casa vidi il mio orticello strabordante di verdure che mi stava aspettando!
E' stata una settimana intensa questa, fatta di fornelli accesi, marmellate, conserve, grappe, sottaceti, ma anche di coccole, pennichelle, cene e pranzetti con parenti e amici e, finalmente, missioni compiute!
Siamo tornati dal mare domenica, perché avevamo un impegno inderogabile lunedì mattina, poi definito mercoledì, da lì abbiamo tirato un sospiro di sollievo, perché qualcosa di importante è stato fatto e il nostro futuro sta iniziando a prender forma…
Vorrei festeggiare con un piatto che a me sta molto a cuore, un must delle mie estati, ma, mi sono accorta solo adesso, di non avergli mai dedicato l'attenzione meritata in questi 3 anni di blog così, oggi, vorrei rimediare con un post tutto suo… vi parlerò della "Pomarola" come la faccio io!
Un piatto così semplice che a volte oso dare per scontato, ahimè!
Alcuni giorni fa improvvisando un pranzetto con amici arrivati da Londra pensai di fare alcuni antipastini variegati e una pomarolina fresca fresca, ancor più amata e apprezzata da tutti coloro che abitano all'estero! 
Così è stato, sintonia e allegria ossigenavano la stanza, vino rosso della nostra cantina nei bicchieri, un'altalena di chiacchiere e risa, il tutto incorniciato da un piatto semplice, ma altrettanto prezioso…."Spaghetti alla Pomarola"!  
Ormai sapete quanto sia importante per me #conservare i prodotti che l'estate mi offre e devo dire che la mia Pomarola ha sempre un gran successo, forse perché i prodotti che uso sono davvero di stagione, maturando naturalmente mantengono le proprietà ed i sapori integri anche dopo la cottura, o forse perché uso più varietà di pomodori, non lo so, fatto sta che non possono mai mancare nella mia dispensa tanti barattolini per l'inverno. 
Quando le quantità son davvero troppe e il tempo limitato, spesso faccio metà quantità di pomarola cotta e metà quantità a crudo. 
Procedimento A CRUDO:
Pulite i pomodori e tagliateli a metà, metteteli nei vasi sterilizzati, aggiungete il basilico e un cucchiaino di sale grosso. Chiudete il tappo e sterilizzate in abbondante acqua per 40 minuti.
Al momento dell'utilizzo non farete altro che aprire il barattolo, toglier via la pelle, rosolare aglio e olio e versarvi i pomodori. Dieci minuti ed è pronta!

Qui di seguito invece vi scriverò la ricetta per la mia Pomarola cotta.
Ingredienti:
1kg di pomodori maturi (di vario tipo)
15 foglie di basilico
alcune foglie di prezzemolo (a piacere)
1 cucchiaino di sale grosso
mezza cipolla rossa
1 puntina di zucchero

Procedimento con Bimby:
Lavate i pomodori e metterli nel boccale.Cuocere per 30 minuti temp.Varoma vel.1, tenendo il misurino inclinato. Tritate il tutto a vel.7-8 per 10 sec.
Versate la salsa bollente nei vasi sterilizzati, chiudeteli e lasciateli raffreddare. Sterilizzate i barattoli in acqua per 30 minuti mettendo un canovaccio tra di loro in modo che non sbattino.
Se la farete senza Bimby basterà cuocere il tutto per 45 minuti e frullare con un minipimer.
Bon appètit!


martedì 26 agosto 2014

FLUFFOSA, PESCHE CARAMELLATE E SPEZIE… #IOMANGIOLAFLUFFOSA





State attenti voi altri che leggete…. l'Azzurra è tornata, più carica, più energica e più fantasiosa di prima!!!
Domenica notte partimmo dal mare, la terra in cui sono nata e che amo, nonostante tutti i suoi difetti, per tornarcene a casa dal mio gattino Gandhi e alle nostre vite frenetiche! Dico così perché se hai voglia di riposarti quella parte della Liguria al confine con la Francia, dove son cresciuta è il top. Popolata in maggioranza da anziani e bambini quest'anno ha stupito i nostri occhi, dopo 4 anni ormai che la snobbavamo, viaggiando qua e là, posso garantirvi che Arma di Taggia  è visibilmente migliorata,  avendo rinnovato tutta la passeggiata e portando quasi al termine la pista ciclabile, una pista lunghissima dove puoi noleggiare bici oppure correre oppure solo camminare tanto tanto!
Non abbiamo fatto nulla di tutto questo, perché, fondamentalmente, siamo pigri e i nostri fisici ci chiedevano riposo, relax, nessun tipo di impegno e quasi nessun tipo di contatto col mondo virtuale (questo vista la scarsa linea wi-fi free che mette a disposizione il comune ma solo dopo 2 ore ti butta fuori). 
Ne abbiamo approfittato per leggere, leggere tanto, da libri a riviste di cucina che avevo lasciato molto indietro, ma soprattutto chiacchierare, con tutte le persone vicine di ombrellone e amiche di infanzia con le quali, negli anni, abbiamo stretto forti amicizie e che da troppo tempo non vedevamo. 
Da quando ho aperto il mio blog sono attente lettrici, mi seguono, mi sostengono, volevano esser informate di tutti gli sviluppi e aggiornamenti così, c'era proprio tanto da chiacchierare!!
Vi dirò di più negli ultimi giorni insieme a me in spiaggia son venute anche le mie marmellate!!!
Che ridere, alcune amiche mi hanno chiesto se avessi portato qualcosa da assaggiare di tutto il ricco e variegato carnet delle mie conserve, così un giorno mi son presentata con la mia valigetta!!!
E' stata una vacanza da favola!
Al mattino ci alzavamo verso le 9:00, colazione, mare, bagnetto, quando il tempo era clemente, alcuni giorni abbiamo pranzato in spiaggia, altri giorni dai miei e il pomeriggio idem. Alcune sere siamo andati a cena fuori, altre abbiamo cenato in casa, passeggiatina lungo mare e verso le 23:30 a letto!!! Uhauuu quando siamo a casa nemmeno se ci violentiamo riusciamo a coricarci a quell'ora, ma non c'era molto da fare, quindi ci coccolavamo in quel dolce e sano riposo.
Quando ho varcato la soglia di casa, qui in Toscana ho sentito i miagolii dalle scale del mio gattino come se volesse dirmi "sono qui, sono qui, sei tornata finalmente?!?!?" poi si è stravaccato per terra "grugando" facendo le fusa e continuando a strusciarsi tra le mie gambe!!!
Mah….e poi dicono che i gatti non danno tanto come i cani!!!
Lo so che il mio Gandhi è speciale, sennò non sarebbe capitato nella nostra dimora!!! Ahahahahhahahahahh
Leggendo tutte quelle riviste di cucina non vedevo l'ora di tornare per cucinare, son pazza lo so, ma sabato mi scrisse la mia amica Maya per dirmi che sarebbero venuti a Firenze, lei, Jacopo e Momo lunedì o martedì, così abbiamo organizzato subito un pranzetto per il martedì, cioè oggi! 
Ho deciso di usare tutto ciò che il mio orticello mi ha lasciato in questa settimana, così ho preparato delle bruschette di pane con pomodorini, involtini di melanzane allo yogurt, fichi imbottiti, spaghetti con pomarola, visto che l'avevo fatta fresca fresca la scorsa settimana, per finire poi con una super Fluffosa che devo dire mi è venuta da fa.vo.la!!!!!!!!!!!
Mentre la facevo ieri sera, aggiungevo e sostituivo ingredienti per ottenere un risultato sorprendente, metà gliel'ho data a loro per la colazione di domani, non vi dico altro!!!Ahahhahahhah
Buona serata, vado ad allungare le gambe alla tv.
Chiffon Cake  "California Bakery" detta anche Fluffosa da noi Bloggalline 
Ingredienti:
300g di farina 00
300g di zucchero
7 uova
15g di lievito
2,5g di sale
300ml di acqua
125ml di olio di semi di girasole
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
la scorza grattugiata di 1 limone bio e il succo
2,5g di cremor tartaro
1 cucchiaio di cannella
Per la salsa:
250g di zucchero
140ml di succo di limone filtrato
100ml di acqua
Per pesche caramellate:
2 pesche sbucciate e private del nocciolo
50g di zucchero
metà bacca di vaniglia o 1/2 cucchiaino di estratto
1 cucchiaio di Vincotto Negramaro

Procedimento:
In una ciotola setacciate la farina e il lievito. Aggiungete lo zucchero, la cannella e il sale e mescolate. Dividete gli albumi e i tuorli in due ciotole. Ai tuorli aggiungete l'acqua, la scorza del limone grattata e l'olio e montate con una frusta a mano. Unite gli ingredienti secchi in 3 volte amalgamando bene il tutto.
Non montatelo troppo a lungo altrimenti gonfierà troppo in cottura.
Nella ciotola con gli albumi unite il succo del limone e il cremor tartaro e montate il tutto con fruste elettriche ottenendo una consistenza soda.
Unite gli albumi montati in 3 volte al composto coi tuorli con una spatola facendo movimenti dal basso verso l'alto evitando di smontare il tutto.
Se avete lo stampo da Chiffon Cake (Angel Food Cake) non importerà imburrarlo. Versate il composto e cuocete in forno preriscaldato a 160°C per 75 minuti. Quando sarà terminata la cottura, aspettate 5 minuti a forno spento, dopodichè capovolgete lo stampo (a questo servono i piedini) e lasciate riposare per 12 ore.
In un pentolino di acciaio a doppio fondo unite acqua, succo di limone, zenzero e zucchero cuocendo 10 minuti a fuoco vivace, appena arriverà a bollore abbassate la fiamma e continuate ancora 10 minuti o finchè non otterrete la consistenza di uno sciroppo.
Lavate le pesche e privatele della pelle e del nocciolo, tagliatele a spicchi di circa 2-3 cm e cuocetele in una padella con lo zucchero, la vaniglia e il Vincotto fino ad ottenere una sorta di caramello.
Guarnite la vostra Fluffosa e servite.
Bon appètit!

venerdì 15 agosto 2014

GAZPACHO AL CETRIOLO… #ORTOMIO




Di ritorno da una cenetta con amici vi auguro buone vacanze con questo fresco "Gazpacho di cetrioli" incrociando le dita, sperando che il caldo arrivi presto, per lo meno da domani visto che da oggi sono in vacanza….
Non pubblicherò per alcuni giorni, perché staccherò la spina per ripartire alla grande!!! Avevo voglia di lasciarvi con questo piatto fresco, velocissimo e facilissimo da fare. Ho trovato questa ricettina su "Sale&Pepe" ma…come il mio solito, ho apportato alcune modifiche…
Questo mio primo giorno di ferie è stato davvero di puro relax, raccogliendo un po' di frutta e verdura nel mio orticello, preparando la valigia, sonnecchiando tra divano e letto e preparando alcune foto da inviare in un posto speciale…un giorno magari ve ne parlerò, intanto vorrei augurarvi "BUONE VACANZE!!!" io ne ho proprio tanto bisogno!!!
Ingredienti:
5 cetrioli
1 cipolla 
1 lime
1 cucchiaino di sale fino
1/2 bicchiere di olio evo
una decina di foglie di menta
mezzo vasetto di panna acida
1/2 bicchiere di acqua fredda

Procedimento:
Togliete la buccia ai cetrioli e tagliateli a fette, spellate la cipolla e tagliatela. Mettete tutto in un robot (io Bimby: 20 sec. vel.8).
A poco a poco aggiungete l'olio, il sale, l'acqua, la panna e la menta amalgamando il tutto (Bimby: 10 sec. vel.4). 
Lasciate riposare in frigo 2-3 ore e guarnite con alcune fettine di cetriolo prima di servire. 

lunedì 11 agosto 2014

POLLO ALLO YOGURT, MENTA….CETRIOLI #ORTOMIO





Sempre in attesa del ritorno di mio marito…
Sono due settimane che va avanti così, si alza la mattina alle 7:00 (a volte anche prima) e torna a casa alle 23:00!!!
Non ci vediamo praticamente mai, perché quando torna ha già mangiato, stiamo un pochino a chiacchierare, ma poi…crolla sul letto.
E' vita questa??? Beh direi di no, va bene che il lavoro è importante sono pienamente d'accordo e chi mi conosce bene lo sa, ma vederlo così sfinito che arranca contando i giorni alle ferie mi atrofizza il cuore! 
A volte veniamo spremuti come centrifughe in questo sistema lavorativo, in cui dai dai dai a mille, quando, se volti un attimo lo sguardo vedi una terra che crolla nei bombardamenti irragionevoli di un credo, donne vecchi e bambini uccisi brutalmente, bambini allontanati dalle braccia delle stesse madri che li imbarcano verso una terra sconosciuta purché sia lontana, donandogli la salvezza! Tempo fa avevo visto un film che parlava proprio di questo, di una madre che per salvare il figlio dalla fame e dalla guerra, strappandosi il cuore preferisce rinunciare a lui, al vederlo, al crescerlo, per la sua salvezza! Questo fu un tema che mi toccò immensamente e oggi, quando al telegiornale hanno fatto vedere una scena simile, ho pianto come una bambina al pensiero di quanto sia ingiusta e piena di dolore la vita per qualcuno e quanto invece noi, che dovremmo essere "i fortunati", non possiamo godere a pieno di tanta fortuna perché  costretti a correre, correre correre per raggiungere i fottutissimi….obiettivi!
Mi ricordo sempre le parole di mia nonna, quando al telegiornale parlavano di fatti tragici lei scuoteva il capo e diceva guardando dalla finestra "Siamo tanto fortunati a stare qua". Allora ero solo una bambina e non davo peso alle sue parole, oggi,  mi rendo conto quanta saggezza ci fosse nelle parole di una donna che aveva vissuto e passato la guerra.
Comunque sia stamani mi ero alzata serena, verso le 11:00 poi, ho ricevuto una telefonata che in 1h e mezza mi ha fatto correre avanti e indietro tra Pistoia e Quarrata, ma, sorprendendomi di me stessa son riuscita a non perdere le staffe, forse solo perché il NOSTRO obiettivo finale è più importante di tutto e per quello NOI lottiamo ogni giorno. 
La nostra vita cambierà, non so come, se in meglio o in peggio chi può saperlo, comunque sia…CAMBIERA' ed io MI SENTO PRONTA!
Scusate se mi sono dilungata un po', invece di parlarvi di questo delizioso piatto fresco, non vi resta che seguire la ricetta e provarlo, poi mi rammenterete.
Ricetta di Sale&Pepe

Ingredienti:
500 g di petto di pollo
125 g di yogurt greco
1 DADO vegetal home made (QUI)
1 cipolla
1 patata 
1 carota
1 mazzetto di menta fresco
1 cetriolo
olio evo
sale e pepe

Procedimento:
Pulite la carota, la patata e la cipolla e riunitele col dado in una pentola con abbondante acqua.
Portate a bollore, aggiungete un pochino di sale grosso (non troppo perché il dado è già salato) e il petto di pollo. Cuocete a fuoco medio per 20 minuti. Scolate il petto e lasciatelo raffreddare.
Lavate e asciugate le foglie di menta, frullatele con lo yogurt, 4-5 cucchiai di olio, 3 cucchiai di acqua fredda, una presa di sale e una macinata di pepe.
Mondate i cetrioli sbucciandoli parzialmente e tagliateli a fettine sottili. Affettate il pollo, disponeteli in un vassoio, condite con la salsa di yogurt, unite i cetrioli, qualche foglia di menta e pepate.
Bon appètit!

E' tornato!!! h.23:18 per la cronaca!!!
Iuhuuuuuuuuu

domenica 10 agosto 2014

SUGO DI MELANZANE… #ORTOMIO





Sapete quanto io ami tutto ciò che si può conservare e sapete anche quanto sia prezioso il raccolto del mio orticello, quindi quale modo migliore, evitando marmellate avrei potuto usare per deliziare i miei ospiti del gusto trasparente della natura???
Mangiando un bel crostino di pane croccante casereccio fatto da me con sopra questo sughetto di melanzane e peperoni che ogni volta incanta tutti i palati all'assaggio!!!
Queste settimane sono molto intense lavorativamente, ma non voglio privarmi di cene con gli amici il sabato sera, quindi a costo di fare straordinari (cucinare la notte) organizzo e mi godo la serata!!!
Abbiamo rivalorizzato il nostro giardino io e mio marito, visto che è estate e la mia casa è molto molto calda, è un'ingiuria non sfruttare il fresco venticello che ci allieta la sera; così quasi ogni sabato abbiamo amici a cena, gli amici cambiano, ma lacucinadiazzurra imbastisce buffet per ogni tipo di palato, chiaramente cogliendo anche l'occasione di sperimentare nuove ricette!!!
Ieri, essendo tornato, il nostro amico da Londra abbiamo deciso di fare una cenetta "Tutto fritto dell'orto" così ho tirato giù la friggitrice, che ancora non conosco proprio bene, ma il tempo e le prove mi aiuteranno, ed ho fritto fritto e fritto!!! Ogni cena un nuovo menù, un modo per riunirsi, chiacchierare, rilassarsi e godere del fresco che, ahimè, sembra arrivare solo la sera tardi…
Ma non posso lamentarmi, visto che l'estate quest'anno ha deciso di coccolarci solo adesso!!!
Ora scappo…andiamo a fare un giretto in vespa NOI DUE!
Buona serata a tutti, cari amici miei...

Ingredienti:
4 melanzane
2 peperoni
olio, timo, sale, aglio q.b.

Procedimento:
Per prima cosa pulite i peperoni tagliandoli a metà e togliendo tutti i semini e la parte bianca interna. Lavateli bene sotto un getto di acqua fresca e tagliateli a nel senso della lunghezza. Lavate le melanzane e tagliate via le estremità. Affettatele a rondelle. Grigliate le verdure su una piastra o padella antiaderente, cospargendo di sale. Disponete in un vassoio un'emulsione di olio timo e aglio tritato e lasciate insaporire le verdure grigliate per due giorni.
Passato il tempo di riposo tritate in un robot il tutto aggiungendo olio se manca.
Potrete surgelare il sugo e usarlo su fette di pane casereccio oleato per il prossimo party!!!



mercoledì 6 agosto 2014

CETRIOLI SOTTACETO… #ORTOMIO


             




Alcune sere fa su Sky Camilla del programma "Le conserve di Camilla" propose questo metodo di conservazione dei cetrioli e io cos'ho fatto???
Ho preso subito carta e penna e messo in pratica visto che io adoro i cetrioli sottaceto e per la festa di sabato scorso erano un ottimo stuzzichino da proporre. Il mio orto prolifera di cetrioli, alcuni anni fa feci la marmellata, ma ora mi era preso la voglia di sperimentare quest'altro metodo, anche perché molto più semplice e veloce.
La consistenza rimane perfetta e il gusto è molto intenso, lasciando un ottimo retrogusto…sapevo che sarebbero piaciuti a quei palati multietnici!!!hihihiihi
Provatela poi mi farete sapere...
Oggi è stato un giorno importante per me quindi lo festeggio con un piatto da #conservare in modo da ricordarmi per sempre questi momenti...
Ingredienti: 
1 cetriolo
250 g di acqua
250 g di aceto di mele
pepe nero in grani
semi di senape
1 spicchio di aglio fresco

Procedimento:
Mettete in una pentola l'acqua e l'aceto e quando arriverà al bollore spegnete.
Pulite il cetriolo togliendo via la pelle in modo irregolare e affettatelo in rondelle di 1cm ciascuno. Disponete alcuni semi di senape e di pepe sul fondo del vasetto precedentemente sterilizzato (e ben asciugato), aggiungete alcune fettine di cetrioli, aggiungete i semi e l'aglio tagliato a pezzettini seguendo il procedimento fino alla superficie. Versate i liquidi coprendo completamente.
Lasciate riposare per 1 ora prima di chiudere i vasetti, in modo da aggiungere i liquidi se vedete che manca. 
Procedete nella seconda sterilizzazione.
Bon appètit!